Home Authors Articoli scritti da Michela Nacci

Michela Nacci

4 Articoli 0 Commenti
Insegna Storia delle dottrine politiche all'Università de L'Aquila. Fellow dell'Institut d'Etudes Avancées di Parigi nel 2012-2013. Dal 2013 fa parte del Comitato direttivo del CSS (Consiglio per le Scienze Sociali). Il suo ultimo lavoro è Strade per la felicità. Il pensiero politico di Bertrand Russell, Roma, Nuova Cultura, 2013. I suoi interessi di ricerca sono indirizzati soprattutto su quattro temi: - la storia delle ideologie politiche fra Ottocento e Novecento con particolare riferimento a Alexis de Tocqueville, Gustave De Beaumont, Bertrand Russell, il liberalsocialismo, il corporativismo; - gli usi politici della psicologia collettiva; - le immagini della civiltà americana nell'Europa del XIX e XX secolo; - il rapporto fra il sapere tecnico-scientifico e il sapere delle scienze umane

di -
he la burocrazia sia fastidiosa, opprimente, lenta, labirintica, imperscrutabile, insomma cattiva e perfino dannosa, è un'affermazione che non ha bisogno di troppe spiegazioni. Chi non ha mai sbattuto nel muro che una amministrazione ottusa opponeva alle sue legittime richieste?

di -
Norberto Bobbio era solito affermare che l'idea democratica da quando era comparsa non aveva smesso di affermarsi in modo sempre più largo nel mondo. Questo oggi non è più vero. Lo dice Matthew Flinders nel suo volume "In difesa della politica".

di -
L'idea che si ha della cultura influenza fortemente le politiche culturali: questo è il tema centrale del volume Cultura senza capitale di Simone Verde. Gli esempi sui quali l'autore si sofferma - la Rivoluzione francese e la creazione della Smithsonian Institution negli Stati Uniti - mostrano che in quei casi la cultura è stata sostenuta poiché è stata ritenuta utile.

di -
Credo valga la pena riflettere sul significato che ha per noi il termine «cultura», in attesa della terza edizione degli Stati Generali della Cultura.